ulivo

La pianta del mese: l'Ulivo

Anche questo mese torniamo con l’appuntamento dedicato all’approfondimento delle proprietà delle nostre amiche piante e l’articolo di oggi lo dedichiamo all’ulivo.

 

L’Ulivo, un albero millenario

 

Appartenente alla famiglia delle oleacee, dell’ulivo (Olea europaea) sappiamo che è conosciuto dall’uomo da circa 6000 mila anni. Originario del bacino del Mediterraneo e del Medio Oriente, viene attualmente coltivato in molti paesi del mondo a clima temperato.

 

Costituenti principali e proprietà benefiche

 

La droga dell’ulivo è costituita dalle foglie essiccate e triturate e dai  suoi frutti. I costituenti principali della droga sono:

 

  • acidi grassi;
  • oleuropeina;
  • triterpeni;
  • flavonoidi.

Questa pianta vanta numerose proprietà che agiscono sul benessere dell’organismo, ovvero:

 

  • azione ipotensiva: ha la capacità di abbassare la pressione arteriosa poiché aumenta l’elasticità delle arterie;
  • azione antiossidante: si è notato che alcune sostanze presenti in questa pianta sono dei validi antagonisti dei radicali liberi. L’ulivo combatte varie specie reattive dell’ossigeno e contrasta bene anche i danni causati dai radicali liberi alle cellule (fenomeno chiamato perossidazione lipidica). É noto che le LDL esposte ai radicali liberi vanno incontro ad un processo ossidativo, e questo è il meccanismo che scatena l’evoluzione della malattia aterosclerotica. Altri studi suggeriscono che gli antiossidanti presenti nell’ulivo potrebbero avere, grazie alle attività suddette, azione cardio e vasoprotettiva nell’uomo;
  • proprietà depurative: favorisce l’eliminazione di acidi urici, tossine, grassi e zuccheri nel sangue favorendo al contempo la depurazione di fegato e reni;
  • sostegno alle difese immunitarie: è stato dimostrato in vitro che gli estratti di foglie di ulivo, in particolare l’oleuropeina, responsabile della longevità della pianta, è in grado di aumentare le difese immunitarie e svolge un’azione antivirale (Herpex Simplex, Candida, ecc) , antimicotica e antibatterica.

Lo sapevi? Qualche curiosità sull’ulivo

 

Nella medicina popolare, le foglie d’ulivo venivano utilizzate per il trattamento dell’arteriosclerosi, dell’ipertonia, della gotta, dei reumatismi e del diabete mellito. Venivano inoltre usate come rimedio contro la febbre. L’olio, invece, era impiegato come rimedio per le infiammazioni della cistifellea, delle colangiti, dell’ittero, delle ulcere gastrointestinali, della stitichezza, della flatulenza e dei calcoli renali. In uso esterno, invece, l’olio veniva impiegato per il trattamento di eczemi, psoriasi, scottature e reumatismi.

 

Troviamo numerosi riferimenti all’ulivo che si perdono nella notte dei tempi. Quasi sempre questa pianta è stata associata a concetti quali la pace, alla riconciliazione e al prestigio.

 

Numerose testimonianze della sua presenza si trovano nella Bibbia, ma anche in testi tradizionali dei popoli del Mediterraneo come gli antichi Greci, Romani e anche gli Egizi.

 

Numerose anche le leggende che si intrecciano attorno al fusto nodoso dell’ulivo. In particolare una di esse narra che la dea Atena, nell’intento di benedire gli uomini, abbia piantato la sua lancia nel suolo nei pressi dell’Acropoli di Atene. Da qui sarebbe cresciuto il primo ramoscello di ulivo.

 

Innumerevoli riferimenti anche nella tradizione cristiana: basti pensare all’episodio dell’arca di Noè. Fu una colomba con un ramoscello di ulivo nel becco, infatti, a far capire a Noè che l’acqua del diluvio universale si era finalmente ritirata e che avrebbero potuto sbarcare molto presto.

 

Secondo il National Geographic l’albero di ulivo più antico d’Italia ha oltre 4000 mila anni e si trova in Sardegna nel comune di Luras, in provincia di Olbia Tempio. É il nonno di tutti gli ulivi. Nel 1991 è stata dichiarato Monumento Naturale e ha dimensioni gigantesche: la circonferenza del tronco è di 11,5 mt, il diametro della chioma misura 21 mt ed è alto 14 mt.

 

Questo articolo ti è piaciuto? Faccelo sapere con un like sui nostri canali Facebook e Instagram. E per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità del mondo di Caira BioLab, iscriviti ora alla newsletter!

Come affrontare al meglio
l’arrivo della nuova stagione?
Scarica subito la GUIDA
con i nostri consigli e rimedi naturali
Come affrontare al meglio
l’arrivo della nuova stagione?
Scarica subito la GUIDA
con i nostri consigli e rimedi naturali
Carrello
  • Nessun prodotto nel carrello.