gemmoderivato concentrato biologico come si fa

Come nasce un gemmoderivato concentrato biologico?

Sono in tanti a chiedersi, quando si imbattono nella gemmoterapia, come venga realizzato un gemmoderivato concentrato biologico. Prima di addentrarci insieme a voi in questo meraviglioso e complicato processo, vorremo sottolineare una cosa.

 

L’Azienda Caira, grazie all’esperienza del nostro fondatore Mario Caira, è riuscita a realizzare il gemmoconcentrato® che si differenzia dal più semplice gemmoderivato concentrato biologico perché al posto della glicerina utilizziamo, come solvente, il miele. Raccontarvi questo ci rende fieri di offrire a voi tutti prodotti di altissima qualità, realmente pensati nel più piccolo dettaglio per il benessere psico-fisico dell’essere umano.

 

In principio erano le gemme

 

È dalla forza vitale della gemme che nasce ogni vero gemmoderivato concentrato che si rispetti. La gemma può essere considerata come una fonte di cellule: essa infatti è costituita dal tessuto meristematico, che ha il compito di costruire migliaia di cellule vegetali indispensabili per la crescita e il pieno sviluppo della pianta.

 

La struttura molecolare di queste sostanze (auxine, enzimi, chitochine ecc.) è simile alle molecole prodotte dall’organismo umano; per questo possono interagire con i recettori che si trovano nel nostro corpo, provocando una riposta biologica che risulta benefica per la salute.

 

I rimedi ricavati dalla macerazione delle parti in crescita della pianta risultano efficaci per disintossicare i tessuti, moltiplicare le cellule e stimolare il benessere del nostro organsimo.

Come si realizza un gemmoderivato concentrato biologico?

 

Il metodo per estrarre i principi attivi della parte embrionale delle piante fu messo a punto da Pol Henry. Questo metodo richiede soprattutto l’uso di solventi che non siano aggressivi, data la delicatezza dei tessuti embrionali che vengono trattati. Noi dell’Azienda Caira utilizziamo esclusivamente acqua, alcol e miele che sostituisce la glicerina usata più comunemente per ottenere un gemmoderivato concentrato biologico.

 

Raccolte le parti embrionali nel loro “tempo balsamico“, queste  si mettono a macerare in acqua, alcol e miele per favorire la corretta estrazione di tutti i variegati costituenti attivi. Alcuni di questi, infatti, sono idrosolubili, ovvero si sciolgono in acqua. Altri richiedono invece soluzioni alcoliche e altri ancora sono estratti in presenza di zuccheri. Ecco perché abbiamo scelto il miele. 

 

La qualità dell’Azienda Caira

 

I nostri gemmoderivati concentrati biologici sono garanzia di qualità. Perché? I nostri prodotti BIO sono tutti certificati da CCPB S.r.l. Le nostre etichette sono complete e chiare in ogni loro parte anche per i consumatori meno esperti.

 

Scopri ora tutti i nostri gemmoderivati concentrati!