Basilico quali sono le proprietà, le curiosità e le ricette

Il basilico, una pianta reale

Oggi parliamo di una pianta che è il simbolo della nostra amata Italia: il basilico! Oltre ad essere ottimo sulla pizza oppure sotto forma di pesto o, ancora, di decotto, il basilico presenta tantissime proprietà delle quali parleremo in questo articolo!

 

La lunga storia del basilico

 

Il nome deriva dal greco basileus che significa re e dal latino basilicum che significa reale e questo perché si tratta di una pianta erbacea dalla grande rilevanza simbolica. Questa pianta, infatti, è da sempre associata alla sacralità: si dice infatti che sia nata ai piedi della croce di Cristo e che sia stata raccolta dall’imperatrice Elena che la diffuse poi in tutto il mondo. Anche la sua raccolta, in tempi antichi, avveniva attraverso precisi rituali di purificazione proprio per il valore sacrale che gli era attribuito.

 

Il basilico, originario dell’Asia, è giunto a ovest viaggiando con i mercanti arabi di spezie. Gli egiziani lo usavano per l’imbalsamazione dei defunti. Nella cultura romana era usato in cucina ed era molto apprezzato come erba curativa per guarire le ferite.

 

Le proprietà

 

Studi recenti hanno dimostrato come la nostra salute possa beneficiare del supporto delle proprietà del basilico tramite gli oli volatili e i flavonoidi. Questi ultimi, in particolare, contribuiscono a proteggere la struttura delle cellule e i cromosomi dai danni di radiazioni e da danni ossidativi dei radicali liberi.

 

Altre ricerche di laboratorio, inoltre, hanno messo in evidenza le proprietà antibatteriche degli oli volatili e la loro efficacia nel ridurre la crescita di innumerevoli batteri, fra i quali Listeria, Stafilococco Aureo, Escherichia Coli e Yersinia Enterocolitica.

 

Il basilico possiede inoltre forti proprietà antinfiammatorie. È stato dimostrato, infatti, come uno degli elementi della pianta ha la capacità di inibire l’effetto di un enzima che causa infiammazione: per questo il basilico è molto efficace negli stati di artrite reumatoide oppure di intestino infiammato.

Infine, il basilico è una vera e propria fonte della preziosissima vitamina A, dei meravigliosi carotenoidi e del magnesio, un minerale essenziale dalle grandi proprietà rilassanti sia per i muscoli che per i vasi sanguigni, in grado di supportare la circolazione e diminuire il rischio di aritmie.

 

Il basilico in cucina

 

Cosa si può dire del basilico che non sia già universalmente noto? Chi ancora non ha assaggiato il pesto alla genovese, re della gastronomia ligure, famoso in tutto il mondo? Fra le cose forse meno note: la capacità del basilico di esaltare il sapore delle pietanze a base di funghi, oppure l’aceto e l’olio extra vergine di oliva aromatizzati al basilico.

 

Un altro, ottimo preparato del basilico è il nostro decotto che utilizziamo durante la stagione fredda per combattere i primi raffreddori stagionali. Ti ricordi come si prepara?

 

Metti 8-9 foglie di basilico in 100 ml di acqua, poi sul fuoco basso e copri con coperchio lasciando andare. Non appena sfiora il bollore, spegni e lascia raffreddare senza togliere il coperchio per evitare che gli oli volatili (di cui abbiamo parlato prima) volino, appunto via!

 

Poiché la stagione estiva non è adatta ai decotti, il consiglio spassionato che ti diamo è di raccogliere quante più foglie di basilico, congelarle e tirarle fuori all’accorrenza in inverno per il tuo decotto.

 

Questo articolo ti è stato utile? Continua a seguirci sui nostri canali Facebook e Instagram per essere sempre aggiornato sul mondo della Natura.

Carrello
  • Nessun prodotto nel carrello.