Carciofo per depurare il fegato in maniera naturale con il macerato di estratti

Carciofo: come aiuta a depurare il nostro fegato?

Il tempo di raccolta dei carciofi non è ancora arrivato, è vero, ma nella nostra produzione di fitoterapici è arrivata una grande novità: il Macerato Carciofo! Proprio per questa occasione, quindi, abbiamo voluto scrivere alcune righe per aiutarti a comprendere quale sia e come venga svolta l’azione benefica del carciofo sul nostro fegato. Pront* a prendere appunti?

 

Quale parte del carciofo è utile per il benessere del fegato?

 

Su Internet si legge di tutto sul modo corretto di consumare il carciofo affinché sprigioni la sua azione benevola nel nostro organismo. Perlopiù ci troviamo di fronte a informazioni errate, frutto di passaparola in merito ad alimentazioni detox.

 

Iniziamo a sfatare un mito: inserire il carciofo nella dieta va benissimo, ma la sua azione terapeutica sul fegato non è data dalla parte edibile dell’ortaggio, ma da una sostanza estratta dalle foglie del carciofo e presente, appunto, in estratto come nel nostro macerato.

 

Secondo uno studio pubblicato nel 2017 sulla rivista scientifica International Journal of Hepatology, gli effetti terapeutici derivano appunto dai suoi estratti. Lo studio ha riportato quanto segue:


Lo studio è stato effettuato su pazienti affetti da steatopatite non alcolica (NASH), ovvero una malattia infiammatoria del fegato caratterizzata dall’accumulo di grassi (lipidi) che porta il fegato alla cirrosi e all’insufficienza epatica; i risultati dello studio hanno evidenziato gli effetti terapeutici dell’estratto di carciofi sugli enzimi epatici come le transaminasi, cioè sostanze prodotte dal fegato che indicano la presenza di infiammazione epatica, oltre che su trigliceridi e colesterolo. Dopo due mesi di trattamento con circa tre grammi di estratto di carciofo al giorno, i pazienti dimostravano un miglioramento delle transaminasi e una riduzione dei valori di trigliceridi e colesterolo rispetto al gruppo placebo che non aveva assunto l’estratto. Lo studio ha quindi messo in luce la potenziale attività dei carciofi nella loro forma di estratto fitoterapico, dimostrando l’effetto sulla protezione della funzionalità del fegato e sulla riduzione dei grassi come trigliceridi e colesterolo

Fonte: Humanitas Salute

Macerato Carciofo: tutto quello che c’è da sapere sul nostro nuovo rimedio
naturale

 

Abbiamo visto come il carciofo abbia effetti specifici per il benessere del fegato, ma la sua assunzione porta giovamento anche alla diuresi.

 

Il fitocomplesso del carciofo, infatti, ovvero la cinarina, lavora specificamente sul fegato e, in particolare, sull’epatocita che è la cellula del fegato. Stimolandola, il fitocomplesso elimina il colesterolo. Infatti, il carciofo interviene proprio sul metabolismo lipidico. E come viene eliminato il colesterolo? Attraverso la bile, accelerando la conversione del colesterolo in acidi biliari.

 

Infine, il carciofo è una pianta caratterizzata dalla forte presenza di inulina che, come sappiamo, è utile per sostenere il nostro microbiota intestinale. Ecco perché il carciofo è indicato per i casi di iperlipidemia.

 

Che cosa fa il fitocomplesso dunque? Agisce con diverse azioni:

 

  • epataprotettrtice
  • stimolante della diuresi
  • supporto alla digestione
  • elimina le scorie.

 

Quali parti del carciofo si utilizzano in fitoterapia? Solitamente, lo ripetiamo, radici, infiorescenze e foglie. Infatti per il nostro Macerato Carciofo noi utilizziamo gli estratti di infiorescenze e foglie.

 

Dove trovi il nostro Macerato Carciofo? Sul nostro e-commerce, naturalmente! Scoprilo subito!

Carrello
  • Nessun prodotto nel carrello.